ODISSEA

Formazione costituitasi a Cagliari nel 1979 anno in cui il leader, Gianfranco Pitzolu (chitarra,voce), decise di abbandonare un tranquillo posto di dipendente regionale per dedicarsi a tempo pieno alla musica. In passato aveva già vissuto svariate esperienze in una miriade di gruppi musicali dai Kaimani ai Cervi e, per lunghissimo tempo, anche con i Mamuthones.

 

Il nuovo gruppo è completato da Ivano Locci (tastiere) Roberto Deidda (chitarra solista) Piero Laconi (basso) Alessandro Congiu (batteria), quest'ultimo sostituito dopo quattro anni da Ilio Erbì. Gli Odissea propongono un repertorio abbastanza variegato, con rielaborazione di brani stranieri ma con una buona fetta di composizioni originali. Queste troveranno subito posto in un 33 giri edito dall'Aedo che raccoglie brani come “Un minuto”, ”Bless the mess”, scritto in inglese da l tastierista del gruppo, ”Lady”, che Gianfranco Pitzolu aveva scritto ed inciso già con i Mamuthones,  “Sensazioni”, “Canadese blu”. Quest'ultimo, uscito anche su 45 giri, venne presentato dagli Odissea in occasione della finale del concorso Centocittà disputata a Caorle.

Saranno anche questi gli elementi del successo che il gruppo raccoglierà nel corso delle diverse esibizioni, effettuate anche nella penisola. Tra l'81 e l'82 partecipa come gruppo spalla ai tour nazionali dei Nomadi e dei Dik Dik. Nell'85 lo scioglimento a cui segue un periodo di circa due anni di riflessione ed inattività da parte del fondatore Gianfranco Pitzolu.

 

Nel 1987 il nome Odissea viene rispolverato per indicare un trio in famiglia costituito dallo stesso Pitzolu e dai giovanissimi figli Massi, ai computer e basi preregistrate e da Alex chitarra solista e ritmica. Padre e figli danno vita ad una attività di musicisti da piano bar che li ha portati ad esibirsi in svariati luoghi (Austria,Germania,Olanda,Francia e in tantissime localita in Italia.